Quale nuovo decoder DTT usare per la tv?

Tra pochi mesi arriverà in Italia un nuovo standard per la trasmissione digitale della TV terrestre. Per riuscire a non avere problemi è necessario comprare una nuova TV oppure un decoder esterno. Ma qual è il nuovo decoder da scegliere? Ebbene, il nuovo passaggio alla TV digitale avverrà tra il settembre 2021 e la primavera del 2022. Tutte le trasmissioni che funzionano con l’attuale segnale dovranno essere interrotte per passare a quello segnale. Come funziona il nuovo decoder di cui avremo bisogno? Vediamo quali sono le caratteristiche di questo nuovo modello di trasmissione.

Il nuovo decoder per la TV digitale, come funziona

Il decoder per la TV digitale funziona decodificando e trasformando le informazioni codificate da un formato verso un altro. Il segnale digitale che arriva dall’antenna viene convertito in formato analogico così da poter essere trasmesso in TV. Quest’operazione, permetterà una scelta di canali televisivi molto più ampia rispetto invece, a quello che era il sistema analogico. Il passaggio in Italia vi è stato oramai diversi anni fa, ma ora è necessario un altro cambiamento.

Cambia la tecnologia del digitale terrestre

Dal primo settembre al 30 giugno del 2022 in Italia ci sarà lo switch-off delle frequenze del digitale terrestre attuale. Ebbene per vedere qualunque canale sarà necessario comprare un nuovo decoder che sia in linea con un nuovo formato standard. Se avete comprato una TV a partire dal primo gennaio 2017 vuol dire che sarà compatibile con questa nuova tecnologia. Però qualora non ci fosse compatibilità sarà necessario comprare un nuovo decoder.

Per capire se la vostra tv va bene oppure no, bisogna vedere se all’interno del dispositivo vi è la tecnologia DVB T2. Basterà andare sui canali 100 e 200 della TV e verificare se compare una pagina blu con la scritta “test hevc main 10”. Se possibile quindi bisogna comprare un nuovo decoder che risponda a questa tecnologia, ovvero un decoder T2.

Funzionalità e caratteristiche del nuovo decoder T2

Se dovete acquistare un nuovo decoder T2, dovete scegliere in base alle sue caratteristiche, il prezzo e le sue funzionalità. Il nuovo decoder innanzitutto, deve avere la dicitura DVB T2 che ha una codifica Hevc a 10 bit. Solo in questo modo sarete in grado di ricevere i nuovi canali e godere dell’ alta definizione. In più, il dispositivo deve essere compatibile con i servizi di TV streaming o Pay tv, qualora ne usufruiate.

È bene anche verificare il collegamento che di solito avviene grazie alle porte Scart o HDMI. Fate sempre attenzione che sia facile da installare e da utilizzare, che sia Smart ovvero dotato di connessione Internet in modo tale da potervi garantire una serie di servizi on demand e interattivi. La connessione può essere sia WiFi che via cavo, l’importante è che sia di buona qualità. In più valutate nel dettaglio i formati differenti del nuovo decoder. I più diffusi sono delle piccole scatole che si collegano alla TV con l’HDMI. Alcuni modelli hanno anche un hard disk integrato in modo tale da riuscire a registrare i vostri video, le vostre serie preferite o i film da vedere le successivamente. Trovate anche quelli dotati di un telecomando, pratico e comodo oppure che possano essere facilmente gestiti col telefono cellulare.

Dove comprare il nuovo decoder tv

Sarà possibile comprare il nuovo decoder tv praticamente in tutti i negozi di elettronica. I prezzi sono abbastanza allineati, ma fate sempre attenzione anche che risponda alle caratteristiche che vi permetteranno di godere del nuovo servizio di trasmissione dei canali digitali. Ad oggi si può anche usufruire del bonus TV per chi deve comprare una nuova TV dotata di questo sistema che arriva fino a 50 euro.

Articoli correlati