La scelta del migliore hoverboard: una breve guida 

Un hoverboard è un ottimo mezzo di spostamento sulle brevi distanze, ed è anche assai divertente.

Si tratta di un prodotto che ricorda, a prima vista, un skateboard e infatti viene spesso chiamato anche skate a due ruote. Tuttavia il funzionamento di un hoverboard è completamente diverso: infatti questa piattaforma a due ruote è dotata di un sensore di peso che permette di attivare il motore del mezzo, mantenendo in asse la pedana, consentendo anche all’hoverboard di muoversi, frenare a seconda dei bisogni.

La tecnologia di un hoverboard è abbastanza semplice: l’azione del motore è capace di bilanciare l’hoverboard e di mantenere la pedana parallela alla strada. Il sensore del peso è una delle parti più importanti in un hoverboard e deve essere assai preciso, percependo lo spostamento di peso (da destra o a sinistra, ad esempio) per spostarsi verso quella direzione. In effetti, usare un hoverboard è molto semplice, anche se da spiegare sembra complicato: serve un po’ di esperienza, le prime volte, ma dopo di che il funzionamento è molto intuivo e davvero facile.

L’uso degli hoverboard oggi è davvero molto diffuso, tanto è vero che è intervenuta anche una legge (c.d. decreto Toninelli) per disciplinarne il funzionamento.

Come scegliere un hoverboard? Di che caratteristiche tenere conto? Se anche voi state pensando di acquistare un hoverboard ecco a cosa dovreste fare attenzione.

Scegliere un hoverboard, come si fa

Se dovete scegliere un hoverboard, ci sono alcuni elementi che è bene considerare. Essi sono:

  • struttura. La struttura di un hoverboard è abbastanza basilare: una pedana con due ruote ai lati. La grandezza però può essere variabile: ci sono hoverboard per bambini e per adulti. Un hoverboard è comunque leggero difficilmente supera i 12 kg) e le ruote hanno diverso diametro, in pollici.
  • Ruote. La grandezza e la struttura delle ruote può condizionare la possibilità per le stesse di superare determinate pendenze, di affrontare terreni sconnessi e via dicendo. Bisogna quindi sceglierle in base all’uso che si vuole fare.
  • Motore. Il motore di un hoverboard, come abbiamo spiegato, consiste nell’elemento che consente di bilanciarlo, di farlo muovere, di farlo frenare. In generale gli hoverboard sono dotati di 2 motori con potenza complessiva di 800 W: la potenza può condizionare anche la capacità di frenare, la velocità, la possibilità di affrontare pendenze e via dicendo.
  • Velocità massima. Un hoverboard deve rispettare la velocità massima prevista dalla legge, ovvero i 20 km/h. Comunque questa velocità può essere raggiunta solo da alcuni modelli: la maggioranza viaggia circa a 10 km/h. Anche in questo caso, bisogna fare attenzione alla persona a cui è rivolto il prodotto: i bambini devono usare hoverboard adeguati alla loro età, non troppo veloci e sotto la supervisione di un adulto.
  • Personalizzazione. Alcuni hoverboard possono essere personalizzati, ad esempio ci sono modelli dotati di un sistema di luci LED che si personalizza per mezzo di un’app ad hoc, oppure c’è il sistema audio integrato.

Prezzo di un hoverboard: quanto costa?

Fortunatamente oggi in circolazione è possibile trovare davvero ottimi hoverboard con un buon rapporto qualità prezzo come l’ottimo Hoverboard di Nilox.

Per quanto riguarda i costi, ovviamente il prezzo di un hoverboard può variare in base a marca, modello, autonomia. Ci sono alcuni modelli meno costosi che si aggirano attorno ai 100 euro: un modello di hoverboard altamente sofisticato può arrivare a 500 euro ed oltre. Comunque, con 2-300 euro di budget potete trovare davvero degli ottimi hoverboard con un buon rapporto qualità prezzo, anche senza prestazioni top di gamma. L’importante è scegliere sempre prodotti di qualità e non farsi allettare solamente dal prezzo.

Articoli correlati