Dieta Chetogenica: guida completa

La dieta chetogenica è una dieta ipocalorica e low carb, quindi ha un basso contenuto di calorie e altrettanto basso apporto di carboidrati. Per converso, presenta un alto contenuto di proteine e lipidi che servono a bilanciare i due precedenti elementi.

Se nella vita hai provato mille ed una dieta senza avere risultati, non è ancora il momento di arrendersi, quantomeno non prima di aver provato un approccio con la dieta chetogenica che, unita all’attività fisica, può portare agli effetti benefici e dimagranti che non sei riuscito a trovare in nessun altro piano alimentare seguito in questi anni. Prima però hai bisogno di informarti e di conoscere tutti i profili utili per intraprendere un tale percorso di dimagrimento!

Come funziona la dieta chetogenica?

Il funzionamento della dieta chetogenica si basa una cospicua riduzione dell’apporto di glucosio presente nei carboidrati, essendovi infatti una drastica riduzione degli stessi all’interno del piano alimentare considerato, ed il successivo aumento dei corpi chetonici e dell’acidità nel sangue che, appunto, prende il nome di chetosi. Questa tipologia di dieta è stata utilizzata per la prima volta più di un centinaio di anni fa come cura alla epilessia, mostrandosi la stessa come un miracoloso rimedio agli attacchi provocati da questa patologia. Oggi, invece, viene utilizzata per lo più nei casi di obesità grave, comportando questa un dimagrimento veloce, utile in alcune tipologie di pazienti.

La dieta chetogenica dei 21 giorni è quella che risulta maggiormente utilizzata e con la quale si hanno dei risultati veramente stupefacenti, grazie al grande apporto di proteine e alla quasi assenza di carboidrati, che induce il corpo a consumare i grassi quali fonti di energia.

Dieta chetogenica in 7 giorni ed il menù settimanale

Il menù settimanale da seguire per un percorso di dieta chetogenica in sette giorni prevede l’alternarsi di alcuni alimenti sani e naturali, inseriti nei diversi pasti della giornata:

  • COLAZIONE: puoi optare per il muesli con frutta secca, succo d’arancia o, alternativamente, latte vaccino;
  • PRANZO: stante alla regola del meno carboidrati, per il pranzo puoi scegliere verdura, pesce ed uova, senza comunque eliminare totalmente la pasta;
  • CENA: la dieta chetogenica propone, in alternativa, carne con verdura ma anche zuppe di legumi che danno il giusto apporto proteico al tuo fabbisogno giornaliero.

Sono ricompresi anche degli spuntini, fondamentali per non arrivare affamati all’ora dei pasti principali e per colmare quel vuoto allo stomaco determinato molte volte anche solo dalla noia o dallo stress da lavoro etc.

Esistono controindicazioni alla dieta chetogenica?

Come tutte le diete, anche questa va seguita con il consiglio di un medico che saprà al meglio indicare quali sono le indicazioni giuste per l’esigenza del paziente, singolarmente considerato, in rapporto al sesso, all’età e ad eventuali patologie.

Difatti, bisogna anche considerare le controindicazioni a tale piano alimentare sconsigliato in caso di gravidanza ed allattamento, insufficienza renale, insufficienza epatica o diabete di tipo I.

Tra le recensioni che si leggono in giro, proprio in merito alla dieta chetogenica, è possibile riportare l’opinione di chi ha ravvisato nella stessa una soluzione per il dimagrimento veloce, ideale per i casi di obesità grave, in cui è fondamentale avere dei risultati subito apprezzabili all’occhio del paziente anche, e soprattutto, per aumentarne la motivazione.

Cosa aspetti? Parla col tuo medico e prova la dieta chetogenica!

Articoli correlati