Come ridurre gli sprechi alimentari

Lo spreco alimentare sta diventando un grosso problema nei paesi occidentali e l’Italia non sfugge a questa pratica. Le famiglie italiane in media butta via più di 1.000 euro di cibo ogni anno. Lo spreco di cibo non è solo un problema economico, è anche un male per il pianeta. Di seguito i nostri consigli per una gestione oculata dei generi alimentari.

1. Fai un piano alimentare e una lista della spesa

E’ importante fare un piano alimentare e una lista della spesa prima recarsi al supermercato o dal negozio di alimentare di fiducia. Quando hai una lista, saprai esattamente cosa devi comprare, così non finirai per comprare cose che andranno a male e dovranno purtroppo essere gettate. Ma prima di andare al supermercato, fai un bilancio di quello che hai nel frigorifero, nel congelatore e nella dispensa, in modo da non comprare qualcosa che hai già a casa ed è pronto per essere utilizzato.

2. Conservare correttamente gli ingredienti

Dopo avere fatto spesa ed acquistato generi alimentari, riponi nella tua cucina tutti gli ingredienti correttamente. Molti ingredienti possono deteriorarsi rapidamente perché non sono conservati nella maniera più idonea. Ecco alcuni suggerimenti per la conservazione degli alimenti:

Le carni devono essere conservate sul ripiano inferiore del frigorifero, sotto qualsiasi alimento preparato o pronto da mangiare per evitare la contaminazione. Se non prevedi di utilizzare la carne entro pochi giorni, dovresti conservarla nel congelatore in appositi sacchetti per alimenti.

I prodotti freschi dovrebbero essere messi nel cassetto della verdura e ricordati di tenere quelli che si deteriorano più velocemente in cima. Per quanto riguarda i frutti, se non li mangi tutti in un giorno, mettine un po’ in frigorifero e tieni il resto fuori per mangiarli nei momenti di relax e per spuntini. A tal proposito ti consiglio di fare un giro sul sito web comeconservare.it, dove è facile trovare informazioni sulla conservazione dei cibi.

3. Cuocere prima i cibi con una durata di conservazione breve

Le verdure come il cavolo nero o la bietola hanno una durata di conservazione breve, quindi ti consigliamo di cucinarle prima di ogni altro alimento. Le verdure resistenti come broccoli, carote e patate possono resistere più a lungo, quindi puoi conservarle più a lungo prima di poterli mangiare.

4. Trasforma gli avanzi in nuovi pasti

Ora questo è un modo divertente per rendere gli avanzi deliziosi e pronti per essere mangiati! E’ importante avere inventiva ( quello che non mancava alle nostre nonne ) e riutilizza gli avanzi trasformandoli in nuovi piatti da servire e assaporare a tavola. Il ragù di carne di una sera può essere riutilizzato per condire i primi piatti o puoi utilizzarlo per la creazione di nuovi piatti, in rete non è difficile trovare siti web di ricette. Il riso normale un giorno può essere riso fritto il giorno successivo. E un’enorme pentola di coccio di carne cotta a fuoco lento può essere utilizzata per panini, insalate, burritos e altro per l’intera settimana. La frittura in padella è anche un ottimo modo per consumare sia verdure che proteine.

Se hai degli avanzi che sospetti di non poter mangiare prima che vadano a male, puoi metterli nel congelatore. Lo stesso vale per la maggior parte degli ingredienti, poiché la maggior parte di essi si possono congelare senza problemi.

Questo articolo vuole essere solo una fonte di ispirazione e sensibilizzazione sullo spreco alimentare. Siamo sicuri che con un pò di attenzione, parsimonia e con un pò di ricerche in rete, diventerete degli ottimi cuochi attenti alla natura.

Articoli correlati