Come Diventare un Produttore Cinematografico

La magia del cinema? Saper raccontare mondi sempre nuovi, portare in scena emozioni e personaggi che lasciano il segno. Un universo sfaccettato da sempre in grado di affascinare grandi e piccoli: una storia avvincente sa catturare l’attenzione fin dal primo fotogramma.

Attorno alla realizzazione di un film ruotano diverse maestranze, ciascuna con il suo ruolo peculiare. Il regista è la mente visionaria che dirige la troupe cinematografica, lo sceneggiatore crea la struttura del film e i dialoghi, gli attori danno vita ai personaggi nati dal lavoro di scrittura. Ma non solo: per fare un film sono necessarie molte figure. Per esempio il direttore della fotografia, la cui competenza in materia di luci e inquadrature fa sì che il film abbia un’atmosfera unica. Per non parlare dei professionisti tecnici come il comparto di macchinisti ed elettricisti, fino ai costumi e al trucco: la troupe cinematografica è data dall’insieme di tutte queste professionalità altamente specializzate che lavorano alla creazione della pellicola che andrà sul grande schermo.

La realizzazione di un film è coordinata da alcune figure fondamentali che non possono mancare sul set. Facciamo riferimento ovviamente al regista e al produttore cinematografico, due professionisti che si occupano di supervisionare e dirigere l’intera crew.

Senza il produttore cinematografico il film non può partire: è lui che sceglie quale soggetto sia valido e ne acquista i diritti per portarlo sullo schermo. Il suo è un ruolo di primaria importanza nel contesto di una casa di produzione video: è il punto di riferimento per ogni aspetto del film, soprattutto per quanto riguarda le questioni contrattualistiche e finanziarie.

Desideri prendere parte al dinamico mondo della produzione video e in particolare ti incuriosisce il ruolo di produttore cinematografico? Ti sveleremo quali sono i requisiti e le skill da possedere per poter diventare un vero esperto nel campo della produzione.

Chi è il produttore cinematografico?

Iniziamo con il definire le caratteristiche del ruolo del produttore cinematografico. Questa figura si occupa di valutare il soggetto o la sceneggiatura che viene proposta dagli autori per poi finanziare il progetto. Se l’opera è valida, il produttore dà il via alle fasi di realizzazione del film. Creatività e intuito sono le doti che deve avere il responsabile di una casa di produzione video: la conoscenza del cinema e una buona dose di cultura personale permettono al produttore cinematografico di selezionare il film che otterrà ottimi numeri al botteghino.

Dagli aspetti artistici a quelli economici: tutte le mansioni del produttore cinematografico

Fare il produttore cinematografico richiede grande attenzione verso ogni aspetto della realizzazione di una pellicola, specialmente nella fase di pre-produzione. Questa figura preminente si occupa ad esempio della scelta del regista e di tutte le maestranze tecniche e artistiche che prenderanno parte al progetto.

Ma il suo compito più importante è quello di occuparsi degli aspetti economici del film: il produttore si assume l’onere finanziario della realizzazione del progetto cinematografico, occupandosi di reperire i fondi attraverso gli sponsor. Inoltre, nella fase di post-produzione questa figura deve stringere accordi con i distributori così da portare il film nelle sale.

Un film non potrebbe esistere senza i finanziamenti che possono trasformare un’idea in un prodotto per il grande schermo: ecco perché il produttore assume un’importanza vitale nell’organigramma cinematografico.

Qual è il percorso per diventare produttore cinematografico?

Se per alcuni ruoli del cinema la formazione da intraprendere è già delineata (pensiamo all’attore o al regista), per quanto riguarda il produttore non esiste un percorso univoco da seguire. Il requisito principale è avere una grande passione per il cinema: un bravo produttore conosce le varie fasi di realizzazione del film e quali sono le maestranze che devono farne parte.

Molto spesso chi fa il produttore ha fatto esperienza diretta sul set: si parte da ruoli più piccoli per poi acquisire conoscenza e occuparsi degli aspetti più complessi come quelli relativi al budget. Sicuramente avere una formazione in campo economico può aiutarti a ricoprire questo ruolo: tra le mansioni principali dovrai occuparti di redigere e far rispettare quanto indicato nel piano di produzione.

Un buon produttore cinematografico deve avere doti di leadership: se vuoi intraprendere questo percorso dovrai interfacciarti con numerose personalità e saperne coordinare al meglio. Ricorda che il produttore è una guida per le persone che lavorano sul set, deve facilitarne il lavoro e risolvere ogni problema che si presenta. A queste soft skills si aggiunge anche una certa propensione per le pubbliche relazioni: il produttore cinematografico deve presentare un progetto solido agli sponsor per chiedere i finanziamenti, oltre che discutere con i distributori che porteranno il prodotto finito nelle sale.

Vuoi avvicinarti alla professione del produttore, ma non hai l’opportunità di sperimentare sul set? Esistono anche diversi corsi di formazione e master dedicati al marketing cinematografico che possono mostrarti come impostare un progetto, come cercare i fondi e tutti gli aspetti contrattuali da tenere in considerazione.

Articoli correlati