Antifurto nebbiogeno: cos’è, come funziona e quanto costa

Un sistema che consente di proteggere adeguatamente la propria casa. Si tratta dell’antifurto nebbiogeno, sempre più utilizzato anche in ambienti privati, insieme agli usi tipicamente industriali.

Questo antifurto, nel momento in cui sia presente un intruso, potrà erogare una nebbia artificiale che potrà saturare completamente l’ambiente.

L’obiettivo sarà quello di creare confusione e panico nel ladro che, per salvarsi, cercherà immediatamente la via di fuga più vicina non toccando denaro e altri oggetti di valore.

Il composto che viene prodotto dall’antifurto nebbiogeno è formato da una miscela di acqua e glicole. Questa miscela verrà riscaldata da una caldaia ad alte temperature prima dell’erogazione.

Un elemento da sottolineare è che la miscela che verrà diffusa nell’ambiente non sarà nociva per le persone, e non determinerà neppure danni alle cose, perché non lascerà alcun residuo.

Si potrà montare l’antifurto nebbiogeno in diversi contesti, dal classico soffitto, per irrorare tutta la stanza, alle pareti, fino ad un armadio: in questo caso sarà necessario lasciare una fessura per consentire la fuoriuscita della nebbia.

I contesti nei quali l’antifurto nebbiogeno si può collocare sono principalmente due: le case (e tutti i contesti piccoli, come uffici e negozi) e i grandi edifici.

Nel primo caso si può utilizzare un antifurto che copra fino a circa 600 metri cubi, mentre nel secondo caso si arriverà a coprire fino a 1000 metri cubi.

Vista la tecnologia che viene utilizzata per il montaggio e il funzionamento dell’antifurto nebbiogeno, si può dire che il suo costo medio, per quanto riguarda un ambiente piccolo o medio, sarà di circa 600 euro.

Per gli ambienti più grandi si potrà andare da un costo minimo di 2000 euro fino a circa 4000 per le esigenze maggiori.

Per approfondire l’argomento vedi:

  • https://www.pgcasa.it/articoli/antifurti-e-sicurezza/antifurto-nebbiogeno-come-funziona-e-quanto-costa__8220
  • https://blog.verisure.it/antifurto-nebbiogeno-o-fumogeno-come-funziona/